MTB: Carsoli Bike Zone Day

carsoli day
Carsoli Bike Zone day – Petrekte trail 1st ride (traccia GPX al fondo)

7.45 am, la specy è carica la sottoscritta piu’ o meno. Si torna a Carsoli, in occasione del Carsoli Bike Zone day, che prevede la presentazione di un nuovo trail. Stavolta facciamo qualcosa di diverso, concentrandoci sulla discesa. Si è potuto infatti approfittare di un servizio navetta ad un prezzo davvero promozionale, permettendo cosi’ la totale concentrazione sulle discese che, come gia’ visto in precedenza, non sono propriamente facili facili.
Arrivo al parcheggio quasi in titardo, e riesco a farmi caricare al volo da “La diligenza”, è questo il nickname del mezzo meccanico di risalita di oggi, un simpatico vecchio furgone pickup Iveco dell’86. Sono un po’ circondata da bicioni e discesisti, e come spesso succede a questi tipi di evento sono l’unica donna, fiera di indossare la maglia delle #RagazzeFreeride. Alla guida del furgone c’è Alessandro, local gia’ incrociato la scorsa volta mente ripuliva il trail Poeta assieme ad altri ragazzi. Cerco di far capire al gruppo che il mio livello non è eccelso, che non sto dietro alle DH ma che scendo. Insomma da brava extraterrestre metto le mani avnti. No problem perchè comunque il gruppo è abbastanza variegato, passando da giovani discesisti a chi è da un po’ che non sale in sella.



la dilig3nza

La prima discesa la si fa sul trail Poeta risulta un po’ piu’ ostica della settimana passata, con il sentiero decisamente piu’ umido e inidioso.. diciamo che dal punto di vista teconico la discesa risulta una fotocopia della precedente. Ma va bene x prenderci la mano. Risaliamo a Collalto Sabino, stavolta allungandoci fino al centro del paese per incrociare i pedalatori e approfittare del ristoro gentilmente offerto dall’organizzazione. Io approfitto per fare qualche foto a questo caratteristico borgo medievale.

collalto 1 collalto 2 collalto 3

collalto 4

Si riparte, destinazione seconda run sul Poeta: decisamente meglio, e stavolta chiudo interamente in sella il trail compresi due passaggi
che avevo evitato … si risale … e stavolta è giunta l’ora della new entry :

Petrekte

Il trail inizia tranquillo tranquillo … per poi rompere subito la tranquillita’ con un super ripidone (fattibile) seguito da un canale da saltare … si continua con qualche curva tranquilla, una parte veloce con un saltino per poi immettersi con un altro ripido, stavolta dotato di chicken line, in un toboga degno di quello della 24h di finale ligure. Godimento assoluto con sponde e passerelle , step up e qualche droppino … indescribile ….. immenso lavoro fatto dai trailbuilders locali per creare questa cosa , un vero capolavoro di ingegneria dei trail che al momento – almeno per quanto a me noto – non ha uguali nelle vicinanze di Roma.

petrekte

Concludiamo in uno splendido prato , e ripetiamo nuovamente il trail, che alla seconda run diventa ancora piu’ godibile, con il “confidence level” migliorato dalla prima run. Il terreno grazie alla temperatura che nel frattempo è salita è migliorato ancora, confermando le grandi potenzialita’ di puro divertimento che offre questo splendido trail.

prato petrekte

Nel pomeriggio, si decide x salire fino al trail la Mola, che parte da molto piu’ su. La “diligenza” si inerpica per stradotti sempre piu’ tortuosi,
mentre nel frattempo cerco di capire cosa mi aspetta chiedendo infos agli altri riders. Una cosa è certa, che il sentiero è molto naturale e che non è semplice,e che ci sara’ fango.  La partenza è da uno spettacolare punto panoramico, ma all’orizzonte si notano nuvoloni e qualche tuono inizia a farsi sentire.

mola 1 mola 2

Non c’è tempo da perdere, antipioggia e giu’ …. prima parte bellissima tra i prati , poi l’inferno fangoso con pioggia compresa …. fango fango fango fango … fortunatamente gli altri ragazzi han la pazienza di starmi ad aspettare e darmi qualche dritta per sopravvivere, ma qua piu’ di una volta scendo in punti che in situazioni normali avrei passato tranquilla … Fortunatamente arrivo in fondo intera, e ad attenderci non solo c’è la Diligenza … ma anche un buon caffè che ci voleva tutto !!!

caffè

Ricarichiamo e via giu’ … la pioggia da un po’ di tregua e c’è margine per un ultima run sul Petrekte a cui non rinuncio … l’acqua ha reso i ripidi piu’ complicati, e le cadute si susseguono. Poco male ci si diverte anche cosi’ … fa parte del gioco e poi lo abbiamo deto #nonèunosportdafemminucce … ma io sono un po’ maschiaccia e non mi faccio spaventare. Tanto poi c’è la lavatrice che ci pensa.

Ultimo pickup, direzione autolavaggio per lavare le bici … molto comodo disporre di un lavaggio a moneta a fine trails 😉

Nel complesso, Carsoli e i trailbuilder che han creato tutto questo si sono superati. Flow senza cadere nello scontato con alcuni pezzi che richiedono una discreta padronanza del mezzo. Roba da poter competere con la Liguria …. da ripetere assolutamente… magari pedalando …con terreno un po’ piu’ secco e con una action cam funzionante …
Per il resto 10 e lode ai trail builders della Carsoli Bike Zone !!!!

Si ringraziano Carsoli Bike Zone, la “Diligenza” per avermi risparmiato per una volta un po’ di fatica, e tutti i ragazzi che han condiviso questa esperienza e che hanno avuto la grande pazienza di sopportarmi e di aspettarmi. Grandi tutti spero di riincontrarvi sui trail !

Traccia GPX Petrekte